News-letter
Iscriviti  Cancellati
   
Torna alla sezione attività Attività

 

MISSION E.I.P.Italia
- Settore Sport -

"Sport come strumento di pace e legalità"


Nell' ambito delle linee di indirizzo generale a livello nazionale del M.P.I, con riferimento specifico al progetto "Sport a Scuola", sottoscritto tra il M.P.I. e il Coni, si propone un Progetto che consenta una riflessione sullo sport vissuto come un modo attivo di interagire con l'ambiente, e come opportunità di contrastare l'isolamento e il disagio per favorire l'integrazione culturale nel contesto scolastico.
Lo sport inteso:

  • come strumento di educazione alla salute, alla convivenza civile, come impegno al dialogo e alla non violenza;
  • a livello sociale con la partecipazione ad eventi e manifestazioni di solidarietà;
  • come ruolo importante nel processo educativo e formativo dei giovani;
  • come un momento ineludibile nel faticoso percorso di ricerca che gli adulti intraprendono quotidianamente per aiutare, orientare, sostenere i ragazzi nelle prime "fatiche del vivere";
  • come un vettore di cultura attraverso la pratica sul campo dei linguaggi e dei simboli: dalla socializzazione alla coscienza di sé rispetto agli altri, dalla cooperazione solidale nella dinamica della squadra alla simulazione di modelli vincenti;
  • come impegno programmatico delle varie componenti istituzionali e non che gravitano nel mondo dello sport: dal Governo nazionale, al Coni, agli enti locali, e a tutti coloro che a vario titolo promuovono lo sport, di valorizzare il rispetto del principio di legalità espresso nelle regole sportive del "fair play".
    In conclusione, dall'analisi di tale variegata combinazione di dimensioni collegate allo sport nasce, si definisce e si struttura l'identità, il senso di appartenenza e la concezione del bene e del male nell'ambito della definizione delle regole della convivenza sociale.

 


© 2005 - 2017 E.I.P. ITALIA
Loghi, immagini e testi presenti in questo sito appartengono ai rispettivi proprietari
è vietata la riproduzione, anche parziale, del presente documento.

Sito realizzato daIstrate Beniamin